e-Bibliomax

Vai ai contenuti

Menu principale:

ULTIMI AGGIORNAMENTI: 17/10/2017  Catalogo: Armenia 18/10/2017 Derby: Il Derby dei Gemelli

Arcobaleno in Miniatura

E' un libro, frutto di quattro anni di ricerca, in cui sono raffigurate le maglie di tutte le squadre di calcio e di rugby del mondo in stile subbuteo oltre 7.000 miniature. Sono rappresentati i campionati più famosi e curiosi del pianeta, la Clericus Cup Vaticana, il reale campionato monegasco o la Coca Cola League della Groenlandia, senza dimenticare i tornei di nazioni scomparse come le Erhenliga del Saarland oppure alcune edizioni dell'ex campionato prussiano. Insomma ci sono proprio tutte..... o quasi le squadre del mondo. In apendice l'araldica del calcio, uno studio sui colori e fogge delle maglie del football... Se sei interessa all'acquisto.....  Continua a leggere................

Malta
L'isola misteriosa



La Federazione di calcio maltese viene fondata nel lontano 1900 quando ancora era un protettorato della corona britannica, viene riconosciuta dalla FIFA nel 1959 e dall’UEFA l’anno successivo. E’ sempre stata considerata la cenerentola del calcio europeo, facendo per molti anni la parte della nazionale più debole del continente. Gioca le proprie partite interne allo stadio Ta’ Qali di La Valletta che può ospitare fino 18.000 posti a sedere. I giocatori della nazionale sono sopranominati i ”Cavalieri di San Giovanni”.  Continua a leggere................

Macedonia
i Leoni Rossi



La Federazione calcio macedone viene fondata clandestinamente nel 1926, ufficialmente è stata riconosciuta solo nel 1946 e subito integrata nella Federazione Jugoslava. E’ indipendente dal 1994 anno di affiliazione alla FIFA e all’UEFA. La squadra macedone ha esordito in campo internazionale nel 1993 in un match vinto per 4 a 1 contro la Slovenia. Nella sua ancor breve storia non ha mai partecipato a nessuna edizione dei Campionati mondiali, ne tantomeno a quelli Europei. Continua a leggere................

Qualificazioni "Russia 2018" Ci siamo ... ...

Oramai ci siamo, il quadro del prossimo mondiale è quasi completo, mancano solo gli spareggi europei, una giornata dei gironi africani e gli spareggi interzona. Già da qualche mese, oltre all’anfitrione Russia, si erano qualificate: Brasile, Iran, Giappone, Corea del Sud, Arabia Saudita, Belgio e Messico. Con quest’ultima tornata di partite, in molti casi arrivate all’ultima giornata si sono qualificate le già certe: Inghilterra, Germania e Spagna, un po’ più di fatica l’ha fatta la Francia, rimasta in forse fino alla penultima giornata dall’exploit svedese, che si qualificano per gli spareggi. Tuttavia, la vera sorpresa di questo gruppo è l’eliminazione dell’Olanda che, dopo aver saltato gli ultimi europei cicca anche il mondiale.  Arriva la Serbia che timbra il cartellino grazie ad un girone abbastanza agevole, dove Eire e il suicida Galles non hanno dato la giusta concorrenza ... ...Continua a leggere................

Lussemburgo
La nazionale dei Duchi



La Federazione calcio Lussemburghese venne fondata nel 1908, si associò alla FIFA nel 1910 e all’UEFA nel 1954. Nonostante sia una delle nazionali più vecchie del panorama calcistico, la nazionale del Lussemburgo è considerata una delle più deboli del pianeta. Questa situazione è dovuta al minuscolo territorio dello stato  su cui i selezionatori locali devono far ricadere le loro limitatissime scelte per i giocatori. Tuttavia dal 2008 la Federazione dei Duchi ha messo in atto una riforma di tutto il sistema calcistico che prevede sostanziosi finanziamenti per il calcio giovanile, con la speranza di avere ricadute a livello di Nazionale. Continua a leggere................

Colombia 1986
il “Mondiale fantasma”

di Massimo Fiore

La storia del Campionato del mondo di calcio “Colombia 86” è una triste storia di intrecci politici, finanziari, corruzione e narcotraffico. L'organizzazione venne mascherata come un gesto umanitario per dare una mano alla traballante economia del Paese. Tuttavia gli interessi erano ben altri “el Mundial debía servir a Colombia y no Colombia a la multinacional del Mundial” Qui abbiamo molte altre cose da fare e non c'è  il tempo per soddisfare i capricci della FIFA e dei suoi partner. Si decise di assegnare il Campionato del Mondo al paese sudamericano già nel marzo del 1973, poco prima di Monaco '74. Il Mondiale fu assegnato ai “Cafeteros” grazie al presidente del Barranquilla e membro dell'esecutivo FIFA Alfonso Senior. . Continua a leggere................

Lituania
I Cavalieri di S.Giorgio



La Federazione calcistica della Lituania viene fondata nel 1922, rimane indipendente fino al 1930, anno dell’annessione all’Urss.  Da questa data tutti gli organismi sportivi passano sotto l’egida della Federazione Sovietica, fino al 1992 anno della sua dissoluzione e la Lituania torna ad essere uno stato indipendente. Tuttavia, ne come federazione autonoma, ne come selezione regionale sovietica, la squadra lituana riesce a cogliere significativi risultati. Continua a leggere................

Kazakistan
I Cosacchi delle steppe


La Federazione calcio del Kazakistan nasce nel 1990 dopo l’independenza del paese euroasiatico dall’Unione Sovietica. Fin dal 1924 ha fatto parte della C.C.C.P. Resasi indipendente, il 25 ottobre 1990, la Federazione ha aderito alla AFC “Asian Football Confederation” fino al 2002, quando su decisione del consiglio federale il Kazakistan ha deciso di passare sotto l’egida dell’UEFA. La nazionale dei falchi, non ha mai ottenuto risultati rilevanti in entrambe le confederazioni, sia in Asia sia in Europa non si è mai qualificata ai giochi continentali ne a quelli per i mondiali.  Continua a leggere................

Liechtestein - La Nazionale del Principato


La LVF (Liechtensteiner Fussballverband) viene fondata nel 1934, ma la prima vera partita ufficiale della piccola nazione alpina è stata giocata nel 1981 a Seoul in Corea “Coppa del Presidente” contro la Nazionale maltese terminata  1 a 1. La prima vittoria è stata ottenuta contro l’Indonesia per 3 a 2. Nel Liechtenstein non si gioca un campionato nazionale, l’unica squadra professionistica è il F.C. Vaduz che milita nel campionato svizzero. Tuttavia, dal 1946 si disputa una coppa nazionale a cui partecipano tutte le sedici squadre semiprofessionistiche del Principato. Dal 1974 entra a far parte della FIFA e dell’UEFA. Continua a leggere................

Lettonia
gli amaranto


La nazionale Lettone, fu fondata nel 1922 e rimase autonoma sino al 1940, anno in cui venne assimilata all’Unione Sovietica.  Tornò ad essere federazione indipendente, al pari degli altri paesi baltici, solo nel 1991. Nel suo palmares la Lettonia non ha mai partecipato alla fase finale dei Mondiali, anche, se nel 1938 ha sfiorato di poco la qualificazione alla World Cup di “Francia ‘38”.  Nel 2004 si è qualificata, a sorpresa, agli europei di “Portogallo ‘04” eliminando negli spareggi la Turchia.  Continua a leggere................

Italia 1938
"All Blacks" all'italiana


La nazionale di calcio italiana in alcune occasioni tra il 1935 e il 1938, per volere del regime di Mussolini, giocò con una divisa completamente nera. La prima apparizione di questa divisa avvenne il 17 febbraio 1935 a Roma in una partita amichevole contro la Francia terminata 2 a 1 per i neri, in quell’occasione, però, l’Italia vestiva con calzoncini bianchi. Solitamente la maglia era completamente nera, con lo stemma dei Savoia sormontato dal fascio littorio, calzoncini neri e calzettoni neri con una fascia azzurra sul risvolto.  Continua a leggere................

Jugoslavia
il Brasile d'Europa



La nazionale di calcio della Jugoslavia è stata, dal 1920 al 1992, la rappresentativa di calcio più talentuosa del continente, in alcuni casi era soprannominata “il Brasile d’Europa” o meglio ancora con l’aggettivo  “Plavi”, i blu. Esordì in campo internazionale il 28 agosto 1920 ad Anversa, perdendo per 7-0 contro la Cecoslovacchia. Ha preso parte ad otto edizioni della Coppa del  Mondo, due quarti posti; nel 1930 in Uruguay e nel 1962 in Cile. Continua a leggere................

 
Torna ai contenuti | Torna al menu