Irade - e-Bibliomax

Vai ai contenuti

Menu principale:

In questa sezione vengono esposte le squadre di Irade, giocatore e artista di Old Subbuteo.


Kuwait: squadra asiatica che ha partecipato al mondiale 1982 in Spagna. Qui è stata rappresentata la seconda maglia utilizzata per due volte al mondiale, la prima il 21 giugno del 1982, nella partita che divenne famosa per l'invasione di campo di un dirigente Kuwaitiano che fece annullare un goal valido dei francesi. I petrolieri si ripresentarono in campo con la divisa rossa anche il 25 giugno contro l'Inghilterra.                                              Persero entrambi gli incontri.


Angola: squadra africana soprannominata "Las Palancas Negras"qualificata al mondiale 2006 svoltosi in Germania. Inserita nel girone D con Portogallo, Iran e Messico si classificò terza con due punti. Sconfitta nel derby con i lusitani per un solo goal di scarto 1 a 0, pareggiò 0 a 0 contro il Messico e 1 a 1 contro l'Iran. L'unico goal segnato fu dall'attacante Pedro Silva.


Armenia: squadra caucasica, paese indipendente dal 1991 con la caduta dell'Impero Sovietico. Non si è mai  qualificata a nessuna manifestazione nè continentale nè mondiale. E' stata riprodotta la classica livrea che mutua i colori della bandiera nazionale. Maglia rossa  bordata di azzurro, pantaloncini azzurri e calze arancioni. Materiale Replay.


Azerbaijan: altra squadra caucasica, anche lei divenuta attiva solo dopo il 1991 con l'indipenzenza dall'URSS. Non è mai riuscita a qualificarsi ad alcun torneo ufficiale. Tuttavia vanta impianti sportivi di primissimo ordine. Nella realizzazione in miniatura è stata dipinta la maglia del 1994, bianca perticata sulla sinistra al tricolore azero, Pantaloncini azzurri e calze azzurre con risvolto bianco. Materiale Replay


Belgio: nella realizzazione è stata replicata la seconda maglia del Belgio utilizzata all'europeo "Francia 2016". Più simile ad una casacca da ciclismo, ricorda chiaramente la maglia di Eddy Merckx degli anni '70. Maglia celeste fasciata al tricolore belga, calzoncini neri e calzettoni celesti con bordo tricolore. Materiale Replay.


Brasile: E' forse il Brasile più famoso della storia, quello che ha fatto piangere un intera nazione. Il Brasile del 1950 quello del "Maracanazo" del 16 luglio 1950 quando i Cariocas persero il mondiale casalingo contro gli accerrimi rivali dell'Uruguay per 2 a 1 allo stadio Maracanà. Da allora il Brasile cambiò i propri colori nazionali diventando Giallo Verde e Blu. Materiale Replay.


Francia 1978: 10 giugno 1978 allo stadio di Mar del Plata è di scena l'incontro del "gruppo A" tra Francia e Ungheria, entrambe le squadre si presentarono con le seconde maglie. Per ovviare all'inconveniente di decise di far giocare, dopo sorteggio, una delle due squadre con la maglia bianco-verde del Kimberly. La sorte volle che furono i francesi a scendere in campo con quella maglia che passo alla storia come la prima squadra di club a giocare ad un mondiale. La maglia portò fortuna e i transalpini vinsero per 3 a 1. Materiale Replay.


Russia: Dopo varie vicessitudini cromatiche la Russia, fino al 2009 scesa in campo con i colori mutuati dal nuovo vessillo nazionale, colori panslavi, ha deciso di riportare in auge una livrea che richiama i colori della casa reale dei Romanov. Il granata accompagnato da inserti e decorazioni dorate diventa, almeno per questo periodo il colore ufficiale della nazionale russa. Materiale utilizzato Replay.


Camerun: La squadra che stupì al mondiale di "Espana '82", e sconfisse l'Argentina ad "Italia '90". Tutt'ora è la nazione africana che conta il maggior numero di partecipazioni alla fase finale dei mondiali, ben 7 presenze. Nel suo palmares annovera anche 5 coppe d'Africa l'ultima vinta nel 2017 a spese dell'Egitto. La realizzazione è quella del 1982 con il particolare delle calze gialle rigate di rosso.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu